I luoghi del jazz

Risiedere significa per noi costruire. Tessere rapporti con realtà italiane e straniere nel tentativo di creare luoghi del jazz che siano produttivi e attenti alla fertile realtà nazionale. Per accogliere le idee dei giovani facendole crescere con noi e per piantare semi nuovi nelle periferie culturali. In un momento frastagliato come quello che stiamo vivendo mancano sempre più i luoghi aggreganti, capaci di connettere pensieri creativi. Residenza è per noi sinonimo di casa aperta. Un’immaginaria rete di “jazz club” metropolitani dalla quale partire verso il mondo e un fitto réseau di stimoli per contribuire alla crescita del jazz italiano. È così che abbiamo interpretato il compito datoci dal MiBACT, nella speranza di poterlo svolgere nel migliore dei modi.

Paolo Fresu

I luoghi del jazz è un progetto dedicato alla valorizzazione dei luoghi e delle residenze artistiche coordinate dalle organizzazioni partner e alla costituzione di reti tematiche strutturate attorno a “poli di aggregazione” artistica e hub creativi.

I partner di progetto sono accomunati da un forte impegno nella promozione culturale del “locale” e dal ricorso frequente allo strumento delle residenze artistiche per formare i giovani e il pubblico, ma anche per veicolare concetti quali l’importanza della ricerca, del dialogo e dell’innovazione, anche a livello internazionale.

Il progetto, in particolare, mira al sostegno e alla promozione di attività formative e didattiche, che rappresentanno singole fasi di un processo più complesso di crescita e confronto dei musicisti, in cui allievi e docenti saranno protagonisti della scena.

Il progetto vede coinvolte sette tra le maggiori realtà associative del territorio italiano, coordinate dall’Associazione culturale Time in Jazz di Berchidda: l’Associazione culturale Spaziomusica di Ancona, l’Associazione Polyphonia di Lucca, l’Associazione culturale musicale Locomotive di Sogliano Cavour (LE), l’Onyx Jazz Club di Matera, l’Associazione culturale Rest-Art di Novara e l’Associazione culturale Musica Moderna di Thiene (VI).

Sette regioni italiane protagoniste di un fitto calendario di eventi e seminari tra i mesi di aprile e dicembre 2015.