Home page

 
  Time in Jazz 2014  
  Time in Jazz 2013  
  Time in Jazz 2012  
  Time in Jazz 2011  
 
01. Il calendario
02. Il programma
03. Paolo Fresu "Terra"
04. Il Respiro della Terra - Rassegna di Cinema
05. Green Jazz
06. Bookshop e Media Partnership
07. Time Out
08. Lo spazio danza
09. Le istituzioni che sostengono Time in Jazz
10. Gli sponsor di Time in Jazz
11. I partner di Time in Jazz
12. Biglietti e abbonamenti
13. Tabloid
 
  Time in Jazz 2010  
  Time in Jazz 2009  
  Time in Jazz 2008  
  Time in Jazz 2007  
  Time in Jazz 2006  
  Time in Jazz 2005  
  Time in Jazz 2004  
  Time in Jazz 2003  
  Time in Jazz 2002  
  Time in Jazz 2001  
  Time in Jazz 2000  
  Time in Jazz 1999  
  Time in Jazz 1998  
  Time in Jazz 1997  
  Time in Jazz 1996  
  Time in Jazz 1995  
  Time in Jazz 1994  
  Time in Jazz 1993  
  Time in Jazz 1992  
  Time in Jazz 1991  
  Time in Jazz 1990  
  Time in Jazz 1989  
  Time in Jazz 1988  
 
 
 
 
   
07. Time Out  

  

Concorso per il jazz club del festival Time in Jazz di Berchidda


 

I VINCITORI DI TIME OUT - EDIZIONE 2011

 

Stereonoise Exp

STEREONOISE EXP - 12 agosto 2011
Gli Stereonoise Exp nascono a Cagliari nell’Estate del 2010 dall’incontro del polistrumentista Carlo Porrà, dell’eclettico trombettista Mario Massa e del pianista di derivazione classica Stefano Rachel. Già a fine Autunno le idee fondanti della formazione prendono forma con l’album “Myo”, lavoro eclettico e psichedelico in 10 brani vagamente ispirato all’album postumo di Miles Davis “Doo Bop” e ad un certo Jazz elettronico nordeuropeo ma ancor di più legato ai colori e profumi mediterranei. MYO è un carattere del titolo del Sutra del Loto che restituisce il concetto di “Apertura”, “Rigenerazione” e “Ricerca”. E’ la Terra del Buddha. Il gruppo unisce le ritmiche e i bassi di Carlo Porrà, di ispirazione quasi “dance”, con la penetrante tromba effettata di Mario Massa ed il piano melodico ma pungente di Stefano Rachel. Importante anche la collaborazione col musicista elettronico, dj e vj Alessandro Pintus per i suoi penetranti e innovativi contributi video durante le esibizioni live.  

 

De Grinpipol

DE GRINPIPOL - 13 agosto 2011
De Grinpipol si formano a Sassari nel 2004 con l’intento iniziale di dare vita a una cover band dei norvegesi Motorpsycho. Ben presto però la voglia di comporre propri brani sostituisce l’iniziale progetto, dando origine alle nove canzoni di “De Grin Sound of De Grinpipol”, un demo-cd che ottiene un inaspettato successo. La band inizia una pressoché incessante attività live, partecipando inoltre ad alcune importanti rassegne musicali nazionali (finale regionale di “Italia Wave” 2008, Premio della giuria “Sottosuoni” 2008, vittoria della finale regionale “Primo Maggio tutto l’anno” 2009). Queste esperienze conducono De Grinpipol a maturare il proprio sound verso un indie-disco targato 2manydjs e Dfa, filtrato da melodie vocali che attraversano il cantautorato americano e armonizzazioni di chitarra in stile new wave. 

 

screwdrive inn

SCREWDRIVE INN - 14 agosto 2011
Il nome e l'idea musicale del gruppo di Bergamo sono ispirati al modello cinematografico di David Lynch. Il progetto nasce dalla collaborazione di Gabriele Mitelli e Edoardo Chiaf, entrambi allievi del maestro Beppe Rusconi, con l' idea di sperimentare il jazz come emozione contrastante dell'essere contemporaneo, in una pluralità di sensazioni, in apparenza completamente slegate ma via via sempre più comunicanti, una ricomposizione del mondo interiore senza digressioni storiche... immaginazione attiva, ciò che Lynch richiedeva allo spettatore, riproposta tramite analogie, rime interne, rapporti di contiguità a livello sonoro. Portano a Berchidda il loro primo lavoro, nato come colonna sonara del documentario "Aulò", girato dal regista Simone Brioni, e riadattato per sestetto.

 

Voodoo Sound Club

VOODOO SOUND CLUB - 15 agosto 2011
Il Voodoo Sound Club è una band nata a Bologna nel 2007 sviluppandosi dapprima dal jazz al funky, per poi riscoprire l'amore per la black music e riportare così dignità a tutto la musica del '900 che ha fatto ballare le generazioni precedenti. Nel 2008 inizia la collaborazione artistica con Roy Pacy, Gianluca Petrella, Federico Poggipollini e tanti altri. Il Voodoo Sound Club è musica da ascoltare e ballare, una miscela esplosiva di Funky, Afrofunk, Afrobeat e psichedelia, che riporta il Funk e il Jazz all'originale matrice africana attraverso l'ipnotica ripetitivià delle progressioni ritmiche e le torrenziali improvvisazioni del saxofono del leader Guglielmo Pagnozzi.


IL CONCORSO 

In vista della prossima edizione (la ventiquattresima) del festival Time in Jazz, in programma dal 10 al 16 agosto a Berchidda (prov. Olbia-Tempio), l'associazione culturale Time in Jazz bandisce un concorso per partecipare alla programmazione musicale del jazz club, lo spazio che accoglie il pubblico dopo i concerti serali nell'arena centrale di Piazza del Popolo.

L'ammissione al concorso “Time Out” è condizionata al rispetto del regolamento di partecipazione:

1. Saranno ammessi musicisti e dj con progetti musicali preferibilmente incentrati sul tema della terra e sull'interazione tra un dj e una sezione strumentale e vocale.
Tuttavia né il tema della “Terra”, né la compresenza nel progetto tra dj e musicisti saranno  ritenute vincolanti ai fini della scelta.
Ogni musicista, dj o formazione può presentare fino a due differenti progetti ed è consentito ad  un singolo musicista o dj partecipare più volte all'interno di diverse formazioni.
 
2. Ogni progetto dovrà basarsi su un repertorio da un minimo di 2 ad un massimo di 3 ore, da eseguire nel corso della serata, considerando le pause necessarie durante lo svolgimento della serata stessa.

3. I demo dei progetti in corso dovranno pervenire entro il 30 maggio 2011 al seguente indirizzo:


Associazione culturale “Time in Jazz”
Concorso Time Out
via Pietro Casu 29/a
CAP 07022 Berchidda (OT)
 
e dovranno contenere, oltre al progetto in formato digitale, il contatto telefonico ed e-mail di un  referente.
Farà fede, per la scadenza, il timbro postale.

L'organizzazione non si impegna alla restituzione dei plichi contenenti i lavori.

4. I demo dovranno contenere un minimo di 4 brani per una durata minima di 20 minuti, necessari alla direzione artistica per comprendere il progetto nella sua interezza.

5. I progetti verranno valutati dalla direzione artistica del festival e selezionati non solo in base alla qualità di ciascun lavoro, ma anche con la finalità di produrre un calendario coerente per le quattro serate.

6. Saranno scelti i migliori 4 progetti, ognuno dei quali avrà a disposizione una serata, compresa tra il 12 ed il 15 agosto 2011. L'abbinamento tra i progetti e le quattro serate sarà a totale discrezione della direzione artistica. Ai musicisti vincitori del concorso verrà assicurata la copertura delle spese di vitto e alloggio per la giornata del concerto. L'associazione culturale “Time in Jazz” provvederà alla copertura delle spese di SIAE e di tutti gli oneri contributivi per i musicisti impegnati nel progetto.

7. Non è obbligatorio che i lavori presentati siano inediti o prime. Verranno valutati anche lavori già presentati in altri festival, manifestazioni e concerti.

Per maggiori informazioni gli interessati possono rivolgersi alla segreteria di Time in Jazz telefonando al numero 079703007 o inviando o un’email a info@timeinjazz.it.

* * *

Associazione culturale TIME IN JAZZ
via Pietro Casu, 29/a - 07022 Berchidda (OT) - tel. 079 703007
www.timeinjazz.it
e-mail: info@timeinjazz.it