Home page

 
  Time in Jazz 2014  
  Time in Jazz 2013  
  Time in Jazz 2012  
  Time in Jazz 2011  
 
01. Il calendario
02. Il programma
03. Paolo Fresu "Terra"
04. Il Respiro della Terra - Rassegna di Cinema
05. Green Jazz
06. Bookshop e Media Partnership
07. Time Out
08. Lo spazio danza
09. Le istituzioni che sostengono Time in Jazz
10. Gli sponsor di Time in Jazz
11. I partner di Time in Jazz
12. Biglietti e abbonamenti
13. Tabloid
 
  Time in Jazz 2010  
  Time in Jazz 2009  
  Time in Jazz 2008  
  Time in Jazz 2007  
  Time in Jazz 2006  
  Time in Jazz 2005  
  Time in Jazz 2004  
  Time in Jazz 2003  
  Time in Jazz 2002  
  Time in Jazz 2001  
  Time in Jazz 2000  
  Time in Jazz 1999  
  Time in Jazz 1998  
  Time in Jazz 1997  
  Time in Jazz 1996  
  Time in Jazz 1995  
  Time in Jazz 1994  
  Time in Jazz 1993  
  Time in Jazz 1992  
  Time in Jazz 1991  
  Time in Jazz 1990  
  Time in Jazz 1989  
  Time in Jazz 1988  
 
 
 
 
   
17-08-2011, Daniele Di Bonaventura  

 

Mercoledì 17 agosto
Osilo, Piazza Brundanu - ore 18.00
Daniele Di Bonaventura bandoneon solo


 Il bandoneon di Daniele di Bonaventura
accende “Tierra y Fuego: Argentina mi amor”

E' italianissimo, ma è un virtuoso del bandoneon, lo strumento a mantice tipico del tango argentino, e questo spiega la presenza di Daniele di Bonaventura nel cartellone di “Tierra y Fuego: Argentina mi amor”, titolo scelto per la quinta edizione di Time in Sassari, consueta appendice di Time in Jazz in programma il 17 e il 18 agosto a Sassari, ma con tappe anche a Osilo, Sorso e Cheremule. Sarà anzi proprio il musicista marchigiano (è nato a Fermo nel 1966)  a tagliare il nastro inaugurale della due giorni con un'esibizione solistica a Osilo, in piazza Brundanu, il pomeriggio di mercoledì 17  (alle 18).
Compositore, arrangiatore, pianista oltre che bandoneonista, Daniele di Bonaventura ha coltivato sin dall'inizio della sua attività un forte interesse per la musica improvvisata, pur avendo una formazione musicale di estrazione accademica (è diplomato in Composizione) iniziata a soli otto anni.
Le sue esperienze spaziano dalla musica classica a quella contemporanea, dal jazz al tango, dalla musica etnica alla world music, con incursioni nel mondo del teatro, del cinema e della danza. Nel suo ampio e prestigioso curriculum compaiono dunque collaborazioni, sul palco e in sala di registrazione, con artisti di ambiti differenti, jazzisti (Enrico Rava, Paolo Fresu, Oliver Lake, David Murray, Miroslav Vitous, Rita Marcotulli, David Liebman, Toots Tielemans, Omar Sosa, Flavio Boltro, Greg Osby, Dino Saluzzi, Cèsar Stroscio, Enzo Favata, Aires Tango, David Riondino) ma non solo (Francesco Guccini, Sergio Cammariere, Lella Costa, Ornella Vanoni, Franco Califano, Alessandro Haber, Mimmo Cuticchio).
Applaudito sui palchi dei principali festival italiani e internazionali, conta una dozzina di album  come leader o coleader, e più di trenta come sideman. Tra i dischi più recenti, “Mistico Mediterraneo”, uscito per la ECM lo scorso gennaio, e registrato con Paolo Fresu e con il gruppo vocale corso A Filetta: un affascinante progetto apprezzato in concerto anche a Time in Jazz edizione 2007.