Home page

 
  Time in Jazz 2014  
  Time in Jazz 2013  
  Time in Jazz 2012  
  Time in Jazz 2011  
 
01. Il calendario
02. Il programma
03. Paolo Fresu "Terra"
04. Il Respiro della Terra - Rassegna di Cinema
05. Green Jazz
06. Bookshop e Media Partnership
07. Time Out
08. Lo spazio danza
09. Le istituzioni che sostengono Time in Jazz
10. Gli sponsor di Time in Jazz
11. I partner di Time in Jazz
12. Biglietti e abbonamenti
13. Tabloid
 
  Time in Jazz 2010  
  Time in Jazz 2009  
  Time in Jazz 2008  
  Time in Jazz 2007  
  Time in Jazz 2006  
  Time in Jazz 2005  
  Time in Jazz 2004  
  Time in Jazz 2003  
  Time in Jazz 2002  
  Time in Jazz 2001  
  Time in Jazz 2000  
  Time in Jazz 1999  
  Time in Jazz 1998  
  Time in Jazz 1997  
  Time in Jazz 1996  
  Time in Jazz 1995  
  Time in Jazz 1994  
  Time in Jazz 1993  
  Time in Jazz 1992  
  Time in Jazz 1991  
  Time in Jazz 1990  
  Time in Jazz 1989  
  Time in Jazz 1988  
 
 
 
 
   
18-08-2011, Gerardo Di Giusto  

Mercoledì 10 agosto
Pattada, Chiesa di San Giovanni – ore 18.00
Gaia Cuatro #1

Giovedì 11 agosto
Berchidda, Spazio Ex-cooperativa “La Berchiddese” – ore 21.00
Gaia Cuatro #2 con Paolo Fresu

Time in Sassari
mercoledì 17 agosto
Sassari, Piazza Santa Caterina - ore 21.30 
Gaia Cuatro

giovedì 18 agosto
Cheremule, Area archeologica di Museddu - ore 18.00
Gerardo Di Giusto piano solo

mercoledì 17 agosto
Sassari, Piazza Santa Caterina - ore 21.30 
Cordoba Reunión
 


Gerardo Di Giusto, fra tradizione argentina, jazz e classica

Sarà la suggestiva atmosfera della necropoli preistorica di Museddu, nel territorio di Cheremule, ad accogliere le note del pianoforte di Gerardo Di Giusto il pomeriggio del 18 agosto (ore 18.00), nell'ambito di Time in Sassari, la consueta appendice di Time in Jazz.
Classe 1961, Gerardo Di Giusto nasce a Cordoba, in Argentina, ma dopo aver frequentato il Conservatorio Nazionale della sua città, si è trasferito a Parigi dove ha proseguito gli studi musicali al CIM, ottenendo il Diploma Superiore di direzione d’orchestra alla Scuola Normale di Musica. Per alcuni anni ha lavorato come compositore, arrangiatore o pianista per i maestri del “rubato” come Amelita Baltar o Juan José Mosalini nel tango argentino, per maestri della musica latina come Orlando Poleo, Anga Diaz, Maraca Valles, e per musicisti jazz come Julien Lourau e Magik Malik. Alcune delle sue opere orchestrali, “El Arcángel” e “Música Argentina para Cuerdas”, vengono eseguite da ensemble come la Grand Harmonie de l’Armée de l’Air (Francia), l’Orchestra da Camera di Córdoba (Argentina), l’Orchestre Dionysos (Francia), la Camerata Romeu (Cuba).
La musica di Gerardo Di Giusto parte da un forte legame con la tradizione argentina, dispiegandosi fino alle frontiere del jazz e della classica, per trascendere gli stili e tendere a una dimensione universale. Con questo spirito è nato il suo progetto più originale e personale, Camerata Ambigua, un quintetto per archi e piano, che segna una delle tappe più brillanti del suo percorso artistico: “La cambiada”, primo album della formazione, uscito nel 2004, ha ottenuto un grande successo di critica.
Parallelamente Di Giusto ha spinto la sua ricerca ai confini del jazz con Córdoba Reunión, il gruppo che ha fondato con altri tre musicisti originari della città argentina - Javier Girotto (sax), Minino Garaÿ (percussioni) e Carlos "El Tero" Buschini (contrabbasso) -, con cui si esibirà sul palco di Piazza Santa Caterina a Sassari la sera del 18 agosto (alle 21.30) . Nel 2003 parte anche il gruppo Gaïa Cuatro, tra i protagonisti di questa edizione di Time in Jazz, dove è atteso a Pattada davanti alla chiesa di San Giovanni il 1o agosto (ore 18.00), la sera dopo a Berchidda, insieme a Paolo Fresu, negli spazi dell'Ex-cooperativa “La Berchiddese” (ore 21.00), e il 17 agosto in Piazza Santa Caterina a Sassari (alle 21.30).