Home page

 
  Time in Jazz 2014  
  Time in Jazz 2013  
  Time in Jazz 2012  
  Time in Jazz 2011  
  Time in Jazz 2010  
  Time in Jazz 2009  
 
01. Il calendario
02. Il programma
03. Paolo Fresu: Time in Jazz 2009, “Acqua”
04. Il patrocinio dell’UNESCO
05. Cinema d’Acqua
06. Green Jazz
07. Progetti Speciali
08. in-Flussi d’acqua - laboratorio di danza
09. I Partner di Time in Jazz
10. Biglietti e abbonamenti
11. Numeri Utili
12. Tabloid
 
  Time in Jazz 2008  
  Time in Jazz 2007  
  Time in Jazz 2006  
  Time in Jazz 2005  
  Time in Jazz 2004  
  Time in Jazz 2003  
  Time in Jazz 2002  
  Time in Jazz 2001  
  Time in Jazz 2000  
  Time in Jazz 1999  
  Time in Jazz 1998  
  Time in Jazz 1997  
  Time in Jazz 1996  
  Time in Jazz 1995  
  Time in Jazz 1994  
  Time in Jazz 1993  
  Time in Jazz 1992  
  Time in Jazz 1991  
  Time in Jazz 1990  
  Time in Jazz 1989  
  Time in Jazz 1988  
 
 
 
 
   
09-08-2009, Ouiche Lorène  

 

Domenica 9 agosto Traversata marittima Civitavecchia > Golfo  Aranci  - partenza ore 14.15, arrivo ore 19.30

Mercoledì 12 agosto Monti, Cantina Sociale del Vermentino – Ore 18.00

Dal 10 al 14 agosto Berchidda, per le vie del paese – Ore 19.45

Sabato 15 agosto Berchidda, Piazza del Popolo, Festa Finale – Ore 23.00

 “Les Ouiches Lorènes sono delle piccole crostate gastro-acustiche che assolutamente non bisogna mangiare: bisogna metterle nelle orecchie per farsi smuovere lo stomaco. Al buon gusto di ska, con veri pezzetti di funk e un pizzico di punk, sorprende i grandi e fa danzare i bambini, o viceversa. Consiglio dello chef: agitare bene durante l’uso!”. Questo il biglietto da visita della Ouiche Lorène, l’esuberante brass band francese che il 9 agosto aprirà l’edizione numero ventidue di Time in Jazz con la sua “concertazione navale” a bordo della nave della Corsica-Sardinia Ferries in viaggio da Civitavecchia a Golfo Aranci (partenza alle 14:15, arrivo previsto alle 19:30).

La banda, che promette di elettrizzare l’atmosfera del festival con le sue sortite quotidiane, presenta un organico originale che assembla grancassa, rullante, sousaphone, banjio, tromboni, trombe e sassofoni per un mix esplosivo di ska, funk e punk: una ricetta che si gusta bene attraverso l'ascolto dei due album all'attivo - “Ouiche Remixs” e “The Horrible Ouiche Lorène” - ma soprattutto nelle esibizioni dal vivo. Dal 2001 Ouiche Lorène ha partecipato a numerose manifestazioni musicali in tutta la Francia e all’estero, esibendosi nel 2004 anche nelle parate di Lille capitale europea della cultura e nell’ambito di vari festival, arrivando fino a New York con la tournée del 2006.

La formazione di scena a Time in Jazz schiera undici musicisti: Nico Bridier e Arnaud Fioravanti ai sassofoni, Boris Imberdis, Vincent Defossé e Guillaume Denoun alle trombe, Julien Rachedi  e Jean Sabatier ai tromboni, Etienne Exbrayat al sousaphone, Gregory Alazay al banjo, Bryce Tual al rullante e Mathieu Agnus alla grancassa. Dopo la “concertazione navale” del 9 agosto, entreranno in azione il 12  alla Cantina Sociale del Vermentino di Monti (ore 18), sul palco centrale di Piazza del Popolo per la festa finale di Ferragosto, e tutti i giorni per le vie del paese (intorno alla 19.45), nelle parate musicali che precedono i concerti, intenti a propagare lo spirito di festa che contraddistingue Les Ouiches Lorènes: è dalla spontaneità collettiva e del piacere di suonare di cui il gruppo si nutre, che nasce l’energia debordante dei suoi concerti. Ed è raro che il pubblico resti indifferente.