Home page

 
  Time in Jazz 2014  
  Time in Jazz 2013  
  Time in Jazz 2012  
  Time in Jazz 2011  
  Time in Jazz 2010  
  Time in Jazz 2009  
 
01. Il calendario
02. Il programma
03. Paolo Fresu: Time in Jazz 2009, “Acqua”
04. Il patrocinio dell’UNESCO
05. Cinema d’Acqua
06. Green Jazz
07. Progetti Speciali
08. in-Flussi d’acqua - laboratorio di danza
09. I Partner di Time in Jazz
10. Biglietti e abbonamenti
11. Numeri Utili
12. Tabloid
 
  Time in Jazz 2008  
  Time in Jazz 2007  
  Time in Jazz 2006  
  Time in Jazz 2005  
  Time in Jazz 2004  
  Time in Jazz 2003  
  Time in Jazz 2002  
  Time in Jazz 2001  
  Time in Jazz 2000  
  Time in Jazz 1999  
  Time in Jazz 1998  
  Time in Jazz 1997  
  Time in Jazz 1996  
  Time in Jazz 1995  
  Time in Jazz 1994  
  Time in Jazz 1993  
  Time in Jazz 1992  
  Time in Jazz 1991  
  Time in Jazz 1990  
  Time in Jazz 1989  
  Time in Jazz 1988  
 
 
 
 
   
14-08-2009, Richard Galliano  

Giovedì 13 agosto
Berchidda, Piazza del Popolo – Ore 23.00
Paolo Fresu, Richard Galliano & Jan Lundgren “Mare Nostrum”

Venerdì 14 agosto
Calangianus, Chiesa delle Grazie – Ore 11.00
Richard Galliano solo


Autentica icona della fisarmonica applicata al jazz, Richard Galliano è considerato l'“erede diretto” del grande Astor Piazzolla (con il quale ha approfondito il suo già notevolissimo bagaglio tecnico e di studi armonici e di composizione) e il principale artefice del rilancio della fisarmonica in ambito jazzistico. Cinquantotto anni compiuti a dicembre, il musicista e compositore francese (ma di origini italiane) è assurto in pochissimo tempo ai vertici della scena mondiale con la sua musica derivata dal genere “musette”, mescolando reminiscenze swing, echi di tango, giri di valzer, improvvisazione jazzistica e tradizione mediterranea. Tante e variegate le sue collaborazioni discografiche e concertistiche: da Juliette Greco a Claude Nougaro, da Ron Carter a Chet Baker, da Enrico Rava a Martial Solal, da Joe Zawinul e Miroslav Vitous a Charlie Haden, da Trilok Gurtu allo stesso Piazzolla, con cui c’era una grande amicizia. Musicista dell'anno in Francia nel 1991, più volte vincitore del premio “La Victoire de la Musique” e, qui da noi, del referendum annuale della rivista “Musica Jazz”, Richard Galliano vanta un’intensissima attività concertistica e una discografia che conta una trentina di album da leader o co-leader: tra i suoi titoli più recenti, “Love day”, registrato nel prestigioso Capitol Studio di Los Angeles con Gonzalo Rubacalba, Charlie Haden e Mino Cinelu, “Ten Years Ago”, con la Brussels Jazz Orchestra, e “Mare Nostrum”, il progetto con Paolo Fresu e Jan Lundgren, in cui le sonorità mediterranee del fisarmonicista francese e del trombettista sardo si uniscono con le atmosfere nordiche evocate dalla musica del pianista svedese. Ed è proprio con “Mare Nostrum” che Richard Galliano salirà sul palco di Piazza del Popolo a Berchidda per chiudere la serata del 13 agosto, mentre la mattina dopo (venerdì 14, ore 11) lo ritroveremo “en solitaire” col suo strumento a mantice nella Chiesa delle Grazie a Calangianus.