Home page

 
  Time in Jazz 2014  
  Time in Jazz 2013  
  Time in Jazz 2012  
  Time in Jazz 2011  
  Time in Jazz 2010  
  Time in Jazz 2009  
 
01. Il calendario
02. Il programma
03. Paolo Fresu: Time in Jazz 2009, “Acqua”
04. Il patrocinio dell’UNESCO
05. Cinema d’Acqua
06. Green Jazz
07. Progetti Speciali
08. in-Flussi d’acqua - laboratorio di danza
09. I Partner di Time in Jazz
10. Biglietti e abbonamenti
11. Numeri Utili
12. Tabloid
 
  Time in Jazz 2008  
  Time in Jazz 2007  
  Time in Jazz 2006  
  Time in Jazz 2005  
  Time in Jazz 2004  
  Time in Jazz 2003  
  Time in Jazz 2002  
  Time in Jazz 2001  
  Time in Jazz 2000  
  Time in Jazz 1999  
  Time in Jazz 1998  
  Time in Jazz 1997  
  Time in Jazz 1996  
  Time in Jazz 1995  
  Time in Jazz 1994  
  Time in Jazz 1993  
  Time in Jazz 1992  
  Time in Jazz 1991  
  Time in Jazz 1990  
  Time in Jazz 1989  
  Time in Jazz 1988  
 
 
 
 
   
18-08-2009, Ibrahim Maalouf  

TIME IN SASSARI
Martedi 18 agosto
Sassari, Piazza Santa Caterina – Ore 21.30

Classe 1980, Ibrahim Maalouf ha un background artistico multiculturale che spazia dalla musica classica a quella tradizionale araba. Nato in una Beirut devastata dalla guerra civile, ha lasciato presto il Libano per trasferirsi in Francia, ed è presto diventato una figura rilevante nel panorama musicale internazionale grazie al suo grande talento. Figlio di un trombettista classico (Nassim Maalouf) e di una pianista (Nada Maalouf), è cresciuto in un ambiente culturalmente stimolante. Comincia a studiare lo strumento a sette anni grazie al papà, appunto, che gli trasmette la passione per la musica “colta” ma anche per quella tradizionale libanese, insegnandogli a suonare una tromba speciale, da lui stesso inventata per suonare i modi melodici della musica tradizionale araba.
Ibrahim viene accettato al CNR e poi alla CNSM di Parigi e prosegue la propria carriera dedicandosi interamente alla musica ed esibendosi negli Stati Uniti, in Russia, Asia, Europa e Medio Oriente. Durante un tour europeo, appena diciassettenne, esegue il Concerto di Brandeburgo #2 di J.S. Bach, considerato da molti trombettisti uno dei più difficili pezzi di repertorio, mostrando già da allora una predisposizione innata per lo strumento. Alla conclusione degli studi al CNSM e CNR di Parigi, riceve il primo premio di tromba e musica da camera.
Tra il 1999 e il 2003 ha vinto quindici concorsi in tutto il mondo, tra cui la prestigiosa International Trumpet Competition in Ungheria, la National Trumpet Competition negli Stati Uniti, e il secondo premio al Concours Internationale della Ville de Paris - Maurice-Andrè nel 2003, vincendo nello stesso anno un premio dalla Fondation Georges Cziffra e nel 2004 dalla German Pro-Europa Foundation.
Dal 2006 ha insegnato tromba al CNR di Aubervilliers-La Courneuve, in Francia, come successore del grande André Prell. Dopo svariate collaborazioni con artisti del calibro di Amadou & Mariam, Archie Shepp, Vincent Segal e Vanessa Paradis, oltre alla partecipazione all’Opera Rock di Sting, e incursioni nel mondo del rock, del pop, del jazz e della world music, nel 2007 pubblica finalmente il suo debut album, “Diasporas”, riscuotendo notevoli consensi di pubblico e critica in Francia, a ulteriore testimonianza del suo eccezionale talento. Un talento che, in attesa della seconda uscita discografica (“Diachronism”, in arrivo previsto per il prossimo ottobre) il pubblico di Time in Sassari potrà apprezzare in concerto martedì 18 agosto, nella prima parte della serata (piazza Santa Caterina, inizio ore 21:30), in compagnia delle percussioni di Bijan Chemirani.