Batterista, trascorre sei anni in Turchia; al suo rientro in Francia suona con Don Cherry, Barre Philips e accompagna alcune coreografie di Carolin Carlson e Carine Wener . A Mâcon nel 1994, partecipa alla creazione delCollectif Mu con Gaël Horellou, e anche alla fondazione del jazz club”Le Crescent” dove dividerà la scena con Serge Lezarevitch, Steve Grossman, Ricardo del Fra, Peter King, Emmanuel Borghi… Nel 1997, fonda la Cosmik Connection, progetto di fusion electro-drum’n’bass-jazz in cui lo seguono Jérémie Picard detto Jahbass e Gaël Horellou. Parallelamente, collabora
agli album e tournées di Erik Truffaz, Michel Benita, Laurent de Wilde… Mentre Cosmik Connection viene insigita da numerosi riconoscimenti, e registra tre album, sviluppa un progetto dal vivo sotto il nome di Kpt’n Planet.

Pipon Garcia Trio

Dall’incontro di musicisti provenienti dalle migliori scene jazz, hip-hop e electro è nato il Pipon Garcia Trio. Figura emblematica della sperimentazione, Philippe Garcia è un provocatore che ama confondere le piste e si serve della musica “come un gioco da bambino” (cit. E. Truffaz). Sui testi impegnati dell’ emblematico Sir Jean (Meî Teî Sho, Zenzile, Le Peuple de l’Herbe,…), la musica elettronica si invita e e improvvisa, mentre col trio strumentale – sax alto, contrabbasso, batteria – un set potente e accattivante che navigherà da una sponda all’altra, e il tempo della performance sarà elettrizzato!

In questo tentativo riuscito di trovare dei ritmi e delle direzioni effimere nel cuore di un caos originario evidente, apparirà allora la dimensione contemporanea e urbana delle composizioni di Pipon Garcia .Uno spettacolo più che vivente.